Laboratorio di scavo archeologico simulato


Le finalità del laboratorio mirano a far comprendere l’importanza dello scavo archeologico e della conoscenza delle regole della stratigrafia.

Il programma comprende:

  • Lezioni teoriche per fornire alcune conoscenze di base relative all’archeologia, sottolineando l’importanza che ha la disciplina come fonte storica. Suscitare o coltivare l’interesse dei ragazzi per il rispetto e la conservazione del patrimonio storico-archeologico, far prendere coscienza e confidenza con i musei archeologici.

  • Dopo aver appreso i concetti base, gli archeologici in erba, sotto la supervisione del personale esperto, metteranno in pratica le tecniche dello scavo stratigrafico, che appare del tutto simile ad uno scavo reale.

  • Il lavoro prevede dei contenitori o scatole di legno, realizzate da un falegname, che verranno riempite di terra, poi suddivisa in vari strati, in ciascuno dei quali verrà depositato il materiale ceramico che di seguito verrà scavato dai ragazzi; i contenitori rappresenteranno ciascuno diversi ambienti: una tomba, una capanna, un ambiente del nuraghe, affinché si rendano conto della diversità dei materiali che si rinvengono e dell’importanza viceversa delle informazioni che il materiale ci offre.

  • La fase successiva dello scavo riguarda la pulizia dei reperti, la classificazione, la catalogazione, la realizzazione di un inventario e compilazione di schede RA(reperto archeologico); si procederà allo studio dei materiali simulando un’azione di restauro e formulando ipotesi sulle possibili funzioni delle forme ceramiche ricostruite in cui i ragazzi daranno libero sfogo al loro spirito di osservazione.