Territorio


Il territorio dell’Alta Gallura offre numerosi motivi d’interesse per la visita.

Il Nuraghe Majori si trova vicino a Tempio Pausania, infatti dista dal centro storico poco più di un km; Tempio Pausania è considerata il capoluogo culturale della Gallura, conserva un bellissimo centro storico realizzato con granito a vista e costituisce, con i suoi palazzi e le sue chiese, un tipico esempio di architettura gallurese; i visitatori rimangono affascinati dalla stazione ferroviaria, in stile liberty, realizzata ai primi del ‘900 e dipinta da Giuseppe Biasi. A sud della città sorge imponente il massiccio del Limbara, che supera i m. 1300 e offre numerosi percorsi di interesse naturalistico per gli appassionati di trekking. Il Nuraghe Majori si trova vicino all’imponente monte Pulchiana.

Il Monte Pulchiana, è il monolite più grande della Sardegna e sorge alla quota base di 550 s.l.m., ad una massima di 673 s.l.m. ed occupa una superficie di 0,78 h.

Per i visitatori che arrivano da Palau, lungo la Strada Statale Tempio – Palau (SS133), poco dopo lo svincolo che conduce verso il paese di Luras, si erge maestoso, sul lato destro della strada, il batolite granitico dalla caratteristica forma tondeggiante, “a panettone” (diametro base 120 m; altezza 110 m). Meta di numerosi turisti, di appassionati di trekking e arrampicate, in questi ultimi anni ha suscitato grande interesse presso le agenzie di viaggio di tutto il mondo che hanno inserito, tra le tappe dei loro tour in Gallura, una sosta ai piedi del Gigante di Pietra, affascinati dal paesaggio granitico che si stende ai suoi piedi. Allo stato attuale Pulchiana è coperto da macchia bassa e rada e l’area attorno è ricca di querce da sughero, la superficie rocciosa ha un colore giallo-rosato dovuto ai processi di ossidazione. Il monumento si inserisce in un paesaggio granitico la cui spettacolarità non trova riscontro in altre aree dell’isola: tafoni, thor, cataste di blocchi, inselberg a cupola (Barroccu G., Gentileschi M.L., 1996). Situato in un settore dell’isola interamente costituito da rocce granitiche del basamento ercinico, il Monte, formato da leucograniti rosati a biotite, generalmente equigranulari, rappresenta un’intrusione post-tettonica domiforme del complesso plutonico ercinico. La roccia appare debolmente alterata in superficie per l’ossidazione dei minerali ferro-magnesiaci che la compongono, il che è causa del suo caratteristico colore giallo rosato. Si tratta di un Inselberg, la cui genesi è dovuta al disfacimento della roccia granitica per un processo di idrolisi in ambiente più caldo e umido dell’attuale.

Procedendo lungo la statale, ci si imbatte a destra nel cartello che indica il paese di Aggius.

Il Nuraghe Majori si trova vicino (circa 7 km) ad Aggius.

Il paese di Aggius, nel cui comune ricade la nota Valle della Luna, così definita dalla presenza di numerosissimi affioramenti di granito che le conferiscono l’aspetto di un paesaggio lunare, ospita due musei, di cui uno etnografico ed uno legato al fenomeno del banditismo, meta di numerosi visitatori.

Il Nuraghe Majori si trova vicino al paese di Calangianus che si raggiunge percorrendo la strada statale Tempio – Olbia (SS127, SP 136).

A Calangianus, rinomato soprattutto per la lavorazione del sughero è possibile visitare il museo del sughero e alcune fabbriche di sughero; il territorio è ricco di numerose testimonianze archeologiche, ma allo stato attuale la più importante è la Tomba dei Giganti di Pascaredda, perché l’unica nella zona interessata dallo scavo archeologico eseguito dalla Soprintendenza Archeologia della Sardegna nel 1998, facilmente accessibile e visitabile, il tipico esempio dell’ architettura funeraria nuragica (Bronzo Medio ).

A tre km da Calangianus si trova il paese di Luras nel quale riveste notevole interesse la casa – museo “Galluras”, ricca di numerose testimonianze della cultura gallurese tra ‘700 e ‘800 e nei pressi del centro abitato si possono visitare alcuni dolmen, importanti testimonianze dell’architettura funeraria del Neolitico Recente. Ricadono nel Comune di Luras, in direzione della Diga del Liscia, gli Olivastri Millenari, risalenti a circa 3800 anni fa.

Il Nuraghe Majori si trova vicino al Map, il museo archeologico e paleobotanico del paese di Perfugas, raggiungibile percorrendo la strada statale Tempio-Sassari (SS127), e di fatto trattasi del museo archeologico più vicino al Nuraghe Majori..

Il Nuraghe Majori, solo per citare alcuni esempi, si trova vicino al sito archeologico di Lu Brandali ubicato a Santa Teresa di Gallura, vicino alla Roccia dell’Orso nel Comune di Palau, al Parco Archeologico di Arzachena, al Palazzo Medievale di Baldu sito nel Comune di Luogosanto e via dicendo.

Tempio Pausania si trova nel cuore della Gallura e la posizione strategica ha favorito lo sviluppo del turismo culturale ed enogastronomico, infatti ogni anno dalla Costa si riversano migliaia di turisti, poiché dista soltanto circa 50 minuti dal mare e grazie alla collaborazione dei Comuni limitrofi è riuscita ad offrire un’offerta turistica sempre più variegata.